Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese


Lascia un commento

DAI CALANCHI AL MAR IONIO – SECONDA PARTE

DAI CALANCHI AL MAR IONIO: Montalbano Jonico, Scanzano Jonico.

…In viaggio lungo la vecchia statale 103 tra i calanchi, oggi…

Sono in viaggio, voglio andare al mare. Ho preso di nuovo casa a Craco, nella zona nuova, il paese dove sono nato e da cui sono dovuto andare via anni fa a causa della frana. Sono ormai vecchio e acciaccato, ma ho ancora un po’ di forze per spostarmi prima che sia troppo tardi. Oggi voglio andare al mare, con calma, lentamente. Voglio assaporare il paesaggio calanchico che ho trascurato per tanto tempo. Sono lungo la strada che mi porta verso la costa e da un’area completamente ricoperta di coltivazioni cerealicole passo nuovamente a un paesaggio quasi desertico, lunare e per questo non meno spettacolare.
La strada è impervia, non particolarmente praticabile, con qualche insidioso tornante. Certo non sono come quelle che portano a Craco vecchia, ma danno la possibilità di scorgere i pittoreschi calanchi che digradano sui fianchi delle colline.
Arrivo al fondovalle del fiume Agri e in lontananza scorgo finalmente sulla collina, in una posizione strategica, le prime abitazioni di Montalbano Jonico.

Continua qui:
Dai Calanchi al Mar Ionio – Seconda Parte

10351165_697862166945942_5940132590002575872_n (1)

Montalbano Jonico – Paesaggio calanchico


Lascia un commento

DAI CALANCHI AL MAR IONIO – PRIMA PARTE

DAI CALANCHI AL MAR IONIO: Craco.

…Tra i calanchi, oggi…
Sono tornato dopo tanti anni. Ho deciso di vivere gli ultimi anni che mi restano nella terra dove sono nato e ho vissuto. Qui ho imparato a scrivere e a leggere, qui ho conosciuto il significato della parola amore, qui ho sviluppato importanti amicizie, qui ho capito cosa significa la fatica del lavoro. I miei più bei ricordi li ho conservati qui, sino a che un evento naturale, causato anche da attività umane, ha cambiato per sempre la mia vita.

…Ricordi dal passato, un piovoso dicembre del 1963…
Faceva freddissimo e pioveva incessantemente da giorni. Il muro di contenimento costruito più di ottanta anni prima è crollato improvvisamente a causa del movimento franoso. Sono venuti esperti da fuori per studiare il fenomeno e hanno addidato il problema, non troppo esplicitamente, alla pessima costruzione e gestione della rete idrica e fognaria. Insomma, è colpa nostra se il paese dove abbiamo vissuto è crollato improvvisamente. Eppure ha secoli di storia alle proprie spalle e non ha mai avuto problemi. È tutta colpa nostra. La casa dove ho abitato è gravemente lesionata e, con la mia famiglia, abbiamo dovuto raccogliere i nostri averi per raggiungere mio zio che è emigrato al Nord. Ho dovuto lasciare gli amici, i ricordi e i bei momenti alle mie spalle per l’ignoto. Straniero in una terra non mia.

Continua qui:
Dai Calanchi al Mar Ionio – Prima Parte

10376065_697244237007735_7797864025619410200_n (1)

Craco – Ex Piazza Vittorio Emanuele II – Visuale del borgo fantasma


Lascia un commento

LA VALLE DEL SAURO – SECONDA PARTE

LA VALLE DEL SAURO: Gorgoglione, Cirigliano, Stigliano.

…in strada tra i calanchi, sabato 25 ottobre 1958…

Ho faticato per convincere il direttore scolastico ad organizzare questa piccola gita. Era molto scettico, non riusciva a capire perché volevo portarli a vedere dei paesi così vicini. Se fosse stato a Matera, o alle rovine di Metaponto o, al massimo, quelle più sconosciute di Grumentum, avrebbe capito e sicuramente acconsentito.
Ma vedere quei tre paesi dirimpetti che francamente non offrono nulla di bello e interessante. Sono solo case e chiese e null’altro. A che serve? Cosa vuoi insegnare ai tuoi ragazzi?
Non c’è speranza per il futuro di questa comunità, a volte pessimista e a volte orgogliosa, ma non voglio demordere. Anni di insegnamento mi hanno dato la possibilità di provare a trasmettere alle generazioni future il meglio che questi luoghi possono offrire, anche se l’emorragia dell’emigrazione è sempre in agguato.
In ogni caso, non so come, il direttore ha acconsentito e io con altre due maestre e i nostri ragazzi siamo in viaggio con un vecchio e sgangherato pulmino che il comune ci ha concesso alla volta dei paesi vicini.

Continua qui:
La Valle del Sauro – Seconda Parte

10296565_683601071705385_4240888357874672733_n (1)

Cirigliano – Palazzo feudale – Visuale d’insieme

 


Lascia un commento

LA VALLE DEL SAURO – PRIMA PARTE

LA VALLE DEL SAURO: Corleto Perticara, Guardia Perticara.

…Nel cuore della Lucania, mercoledì 10 settembre 1958…

Sono trascorsi esattamente quindici anni dal terribile bombardamento degli americani che ha interessato alcuni paesi della Lucania. Io ero in questi luoghi per puro caso, perché la Storia me lo imponeva.
Ero uno studente come tanti altri, ma purtroppo ero maggiorenne. Volevo andare all’università, ma la guerra mi ha costretto a reclutarmi. Ero nel periodo sbagliato della storia, ma io non combattevo per un ideale, combattevo semplicemente perché ero costretto a seguire gli ordini.
Un giorno ho disertato e mi sono rifugiato nelle friabili montagne della Serra Perticara. Mi sono nascosto tra i boschi, nelle grotte scavate sui fianchi ricchi di calanchi, ho cercato di essere dalla parte dei poveri, dell’umile popolazione locale.
E proprio esattamente quindici anni fa, a partire delle 10:30 del mattino, sono stato testimone di una serie di bombardamenti americani che hanno colpito il paese di Corleto Perticara.

Continua qui:
La Valle del Sauro – Prima Parte

 

1549460_683157088416450_6383710279311901930_n (1)

Guardia Perticara – Piazza Vittorio Veneto – Fontana storica e arco di accesso al centro storico