Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese


1 Commento

TRA IL PISTOIESE E IL PRATESE

TRA IL PISTOIESE E IL PRATESE: Quarrata, Agliana, Montale, Montemurlo.

Lo ammetto: questo viaggio è stato una provocazione. Sono andato alla scoperta di luoghi lontanissimi dai classici circuiti turistici, in una regione tra le più belle e turisticizzate d’Italia.
Mi trovo tra Pistoia e Prato, dove c’è una delle più alte concentrazioni di centri commerciali della Toscana, di piccole e medie industrie di mobili e simili. I paesi sono Quarrata, Agliana, Montale e Montemurlo, ormai diventati parte integrante e valvole di sfogo delle più popolose, e soprattutto care, vicine Prato e Pistoia. È un territorio ibrido, in cui si è sviluppato in modo incontrollato negli ultimi decenni un decentramento di popolazione e di industrie, con un forte squilibrio del paesaggio, dell’ambiente, del buon vivere e, soprattutto, identitario.
L’ho fatto anche per un altro motivo: aiutare, soprattutto i toscani, a superare i pregiudizi sulla “bruttura” del territorio o di una parte di esso. La frase più comune, quasi sempre riferita da amici toscani, è stata: “Ma perché cippo vai là? Ci sono posti migliori!”. E il mio scopo è, appunto, smentire la loro opinione e rivelare che anche nei luoghi più malandati, e a loro parere rovinati, c’è qualcosa di buono.

Continua qui:
Tra il Pistoiese e il Pratese

Quarrata - Fraz. Tizzana - Panorama

Quarrata – Fraz. Tizzana – Panorama

Annunci


Lascia un commento

L’APPENNINO PISTOIESE

L’APPENNINO PISTOIESE: Abetone, Cutigliano, Piteglio.

Ancora una regione del Centro: la Toscana dai mille paesi sui colli e dalle mille pievi con i cipressi. Peccato che questa volta di colli con cipressi non ne abbia visto neanche l’ombra (cimiteri a parte, come in tutte le latitudini in Italia).
Stavolta affronteremo montagne, neve, freddo e clima quasi inospitale. Vi chiederete: com’è possibile tutto questo in Toscana? Eppure un luogo del genere esiste.
Sto parlando dell’Appennino Tosco-Emiliano, nella sua parte più selvaggia, ma molto frequentata, ovvero l’Appennino Pistoiese, con l’Abetone come regina sciistica e di villeggiatura. Sorpresi? Immagino di sì.
Vengo in Toscana e vi aspettate paesini medievali intatti, su colline, con un buon vino e buon cibo. Magari sarebbe stata la volta buona per programmarvi un viaggetto nel finesettimana… Vi garantisco che i posti che ho visitato non hanno nulla da invidiare ai soliti cliché che vi sareste attesi, anzi, forse vi riserverannno delle piacevoli sorprese.

Continua qui:
L’Appennino Pistoiese

Abetone - Panorama dall'ovovia sul Monte Gomito a 1893 metri

Abetone – Panorama dall’ovovia sul Monte Gomito a 1893 metri


Lascia un commento

I MONTI MARTANI

I MONTI MARTANI: Gualdo Cattaneo, Giano dell’Umbria, Massa Martana, Acquasparta.

Si cambia faccia, si cambia regione, si cambia aria. Stavolta si va in Umbria, il territorio degli antichi e fieri Umbri, il cuore verde d’Italia.
Alla larga dalle città e cittadine blasonate, ricche di arte, storia e cultura: antichi Comuni medievali, gelosi della propria identità e del proprio territorio. Nulla di tutto questo.
Vado alla scoperta dei piccoli paesi, spesso dei fortilizi arroccati, lontani dal turismo di massa, anzi anticamente contesi tra i vari Comuni vicini. È una personale legge del contrappasso.
Si esplora l’area dei Monti Martani, tra il Tuderte e lo Spoletino. Fanno parte dell’Appennino Umbro-Marchigiano e quasi si staccano e si isolano dal crinale principale, essendo separati dalla Valle Umbra. Sono monti di modesta altitudine, quasi insignificanti e poco strategici, eppure molto contesi tra i Comuni di Todi, Foligno e Spoleto.
Si tratta di paesini isolatissimi, che spesso sono fondati intorno a un castello, ma non per questo meno interessanti.

Continua qui:
I Monti Martani

Gualdo Cattaneo - Fraz. Marcellano - Panorama

Gualdo Cattaneo – Fraz. Marcellano – Panorama


Lascia un commento

TRA IL TICINO E IL NAVIGLIO GRANDE

TRA IL TICINO E IL NAVIGLIO GRANDE: Abbiategrasso, Ozzero, Morimondo, Vermezzo, Zelo Surrigone, Gudo Visconti, Rosate, Noviglio, Gaggiano, Trezzano sul Naviglio, Corsico, Buccinasco, Cesano Boscone.

Questa volta, dopo paesini isolati, villaggi lacustri, luoghi sconosciuti con solo una chiesa sulla piazza, sono andato ad esplorare una vera e propria città ricca di Arte, Storia e Cultura, nella regione dove il connubio dei tre elementi, capoluoghi di provincia a parte, è molto raro e assolutamente non scontato.
Siamo nella provincia di Milano, tra il Ticino e il Naviglio Grande, con esattezza ad Abbiategrasso. Proverò ad esplorare a fondo questa bellissima città (e lo è davvero, a scanso di pregiudizi) e il suo circondario, sino alle rive del Ticino da una parte, e seguendo il corso del Naviglio Grande dall’altra, raggiungendo infine i paesoni cosiddetti “dormitorio” dell’hinterland milanese.
Mi piacerebbe dimostrare che anche in aree conosciute solo per lo shopping tra i centri commerciali o zone prettamente residenziali, c’è qualcosa di bello da visitare, anche per una gita fuori porta.

Continua qui:
Tra il Ticino e il Naviglio Grande

Abbiategrasso - Parco del Ticino - Fiume Ticino

Abbiategrasso – Parco del Ticino – Fiume Ticino