Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese


Lascia un commento

PARCO DI GALLIPOLI COGNATO PICCOLE DOLOMITI LUCANE

PARCO DI GALLIPOLI COGNATO PICCOLE DOLOMITI LUCANE: Campomaggiore, Castelmezzano, Pietrapertosa, Accettura, San Mauro Forte, Oliveto Lucano.

Se, per gioco, facessimo un viaggio indietro nel tempo ed esplorassimo l’area a volo d’uccello, scopriremmo che l’antica Lucania, quando era abitata dalla popolazione sabellica dei Lucani, era completamente ricoperta da rigogliosi boschi e foreste, con qualche radura qua e là.
Per chi conosce l’etimologia del suo nome direbbe: tale nome, tale popolo. Infatti, c’è stata una lunghissima esegesi per l’origine etimologica di Lucania, qualcuno la ritiene derivante dal greco “leukòs” che significa splendente, altri la ritengono derivante dal latino con la doppia derivazione di “lux” cioè luce, e di “lucus” ovvero bosco, o meglio le radure che interrompono le estensioni boschive. Come potete osservare, ogni interpretazione ha un fondo di verità, e deriva dalla conformazione naturalistica del luogo, ma non la si può ritenere corretta al 100%. Si ricordi che questa antica popolazione italica parlava l’osco, che è ovviamente una lingua poco conosciuta e studiata tutt’oggi, e magari potrebbe offrirci nuove interpretazioni etimologiche inaspettate.

Continua qui:
Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane

Castelmezzano - Panorama pittoresco

Castelmezzano – Panorama pittoresco

Annunci


Lascia un commento

LA TERRA DI BARI MERIDIONALE – TERZA PARTE

LA TERRA DI BARI MERIDIONALE: Monopoli.

Come tutti i viaggi che terminano bene, uno nuovo non poteva che cominciare nel peggiore dei modi. Sono stato per pochi minuti seduto comodamente al bar, al caldo, a sorseggiare la mia cedrata, e subito dopo… il Conte, ovvero il famoso Guercio delle Puglie, che mi accompagna in questo terzo ed ultimo itinerario, mi ha sputato in faccia la granita al caffè.
Che cosa mi hai dato?!? Un elisir di magia nera, una pozione di qualche alchimista infedele? Fa veramente schifo! Ecco la sua prevedibile reazione, e quindi ho dovuto pulirmi ben bene e spiegargli la storia del caffè con le sue proprietà terapeutiche vere o presunte. Mah! Non mi piace comunque, mi ha risposto.
Dopo questa breve e infelice parentesi proseguiamo verso sud, sempre seguendo la costiera adriatica. Con un po’ di rammarico (anche e soprattutto del Conte) lasciamo Polignano a Mare, con il suo borgo caratteristico, con le sue grotte marine… ah le grotte! Mi sono dimenticato di citarvele.

Continua qui:
La Terra di Bari Meridionale – Terza Parte

Monopoli - Porto Ghiacciolo - Spiaggia e Abbazia di Santo Stefano

Monopoli – Porto Ghiacciolo – Spiaggia e Abbazia di Santo Stefano


Lascia un commento

LA TERRA DI BARI MERIDIONALE – SECONDA PARTE

LA TERRA DI BARI MERIDIONALE: Mola di Bari, Polignano a Mare.

Saziati dalla bella e ricca cacciagione con patate provenienti dall’America, io e il Conte di Conversano, meglio conosciuto come il “Guercio delle Puglie”, proseguiamo il viaggio. Dai paesi e dalle città dell’interno andremo a scoprire i relativi borghi costieri.
Il Conte ha avuto molto da ridire sul cibo che ci è stato servito in quella bettola da quattro soldi (sono parole sue). La cacciagione gli sembrava insipida, non aveva quel sapore forte, intenso e deciso, tipico di un animale che vive allo stato selvaggio. Ha il sospetto che non sia stato cacciato, bensì allevato… e forse ha ragione. Le patate, o come cavolo si chiamano, poi… che orrore! Che sono quelle cose bianche poi fatte a spicchi, senza sapore se non quello del sale e delle erbe?
Ormai assuefatto alle terribili esigenze del Conte, evito di raccontargli e spiegargli la questione degli animali allevati, il fatto che le patate siano ormai un alimento comune e molto economico, eccetera e penso che la cosa migliore sia andare avanti.

Continua qui:
La Terra di Bari Meridionale – Seconda Parte

Polignano a Mare - Scogliera

Polignano a Mare – Scogliera


Lascia un commento

LA TERRA DI BARI MERIDIONALE – PRIMA PARTE

LA TERRA DI BARI MERIDIONALE: Conversano, Rutigliano, Noicattaro.

Siamo nel Seicento, un secolo un po’ particolare per la penisola italiana. Se da una parte è stata teatro di invasioni da parte di Stati stranieri, decretando per la prima volta la perdita dell’autonomia dei piccoli stati dello Stivale, dall’altra parte però è stato un periodo di grande fioritura artistica e architettonica da eguagliare il precedente Rinascimento. Si pensi al barocco, interpretato in diverse varianti dal Nord al Sud dello Stivale.
Mi trovo nel Regno di Napoli, anche se in realtà è un vicereame direttamente soggetto alla Corona Spagnola. Il regno è governato attraverso un regime feudale, in cui si contrappongono contee, ducati e principati in una situazione di particolare equilibrio territoriale. Le città che sto visitando fanno parte della Terra di Bari, in particolare dell’area meridionale sino alle Murge, dove si incontrano, in una situazione di antagonismo, da una parte Taranto e dall’altra parte la Contea di Conversano.

Continua qui:
La Terra di Bari Meridionale – Prima Parte

Conversano - Castello

Conversano – Castello