Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese

IL CAPO D’OTRANTO – QUARTA PARTE

Lascia un commento

IL CAPO D’OTRANTO: Otranto.

14 agosto 1480, qualche ora dopo
…È una scena raccapricciante, affrontata con freddezza e sicurezza dagli ottomani. Il boia lavora incessantemente, una testa dopo l’altra, davanti al pubblico attonito costretto ad osservare a forza lo spettacolo. C’è un corpo che è rimasto in piedi, sembra un miracolo, ma è sicuramente un’immagine che non avrei mai voluto vedere in vita mia: un corpo senza la testa. Gli uomini condannati ai loro destini sono ordinatamente in fila, rassegnati. Non potevo proprio immaginare che i miei vecchi amici turchi fossero capaci di fare una cosa del genere, ghermire e umiliare una popolazione e distruggerla. Fra poco non ci saranno più uomini. Sarà una città fantasma.
Osservo le donne rassegnate nel vedere i propri cari morire davanti ai loro occhi, e non oso immaginare il loro futuro, schiave o concubine. Comunque sfruttate dalla ferocia degli ottomani. C’è sangue dappertutto…

Continua qui:
Il Capo d’Otranto – Quarta Parte

12240820_967992939932862_8859589254723373592_o

Otranto – Cattedrale

Annunci

Autore: caruccifabrizio

@fabrizio0911

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...