Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese

LE SERRE SALENTINE ORIENTALI – TERZA PARTE

2 commenti

LE SERRE SALENTINE ORIENTALI: Specchia, Miggiano, Montesano Salentino.

Sto lentamente salendo di quota anche se la pendenza all’inizio appare quasi impercettibile. Fiancheggio una bella distesa di nodosi ulivi ben protetti dalle murature a secco e subito dopo incontro il primo tornante. Praticamente inusuali nella quasi piatta penisola salentina, le curve mi permettono di ammirare i suggestivi fianchi delle scoscese colline che compongono la struttura delle Serre Salentine.
Sono praticamente all’interno, lontano dal tanto decantato mare, e il paesaggio è ancora una volta totalmente diverso, prova che sono sufficienti pochi chilometri per vedere e ammirare luoghi e panorami differenti tra loro.
Salgo ancora per un po’ ed entro nel pittoresco centro abitato di Specchia. Il sole è alto in cielo e sta piano piano volgendo verso il tramonto. È un caldo, assolato pomeriggio in un ambiente tranquillo e assonnato. Ho la sensazione di entrare quatto quatto come se non volessi disturbare la siesta di un paese che si sta riposando sotto un sole battente.

Continua qui:
Le Serre Salentine Orientali – Terza Parte

 

10570378_731434483588710_952136291154701648_n (1)

Specchia – Pasticceria locale

Annunci

Autore: caruccifabrizio

@fabrizio0911

2 thoughts on “LE SERRE SALENTINE ORIENTALI – TERZA PARTE

  1. Io a Specchia ho fatto una piccola dichiarazione d’amore: https://diecimilamiglia.wordpress.com/2013/09/02/specchia-specchia/

    Quando ancora vivevo in Italia, e il Salento non era solo una toccata e fuga del rientro natalizio!

    Ma quel dolcetto nella foto che cos’e’? Che voglia…

  2. Scusami il ritardo della risposta. Ho appena letto la tua storia, mi ha commosso…mi ha emozionato il tuo entusiasmo per il Salento, visto che provieni dalla parte opposta! Ti ringrazio tanto per aver condiviso con me.
    Quel dolcetto, al momento dell’acquisto credevo fosse un pasticciotto, ma credo sia una variante, una specie di soufflè. L’interno era ripieno di caldissima crema di pistacchio! Slurp! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...