Racconti di viaggio tra i paesi italiani

Esplorare gli ottomila e passa campanili che puntellano il nostro Belpaese

IL SALENTO UGENTINO – SECONDA PARTE

Lascia un commento

IL SALENTO UGENTINO: Racale, Melissano, Taviano, (Ugento).

Da Capilungo prendo la provinciale costiera ed entro velocemente nel comune di Racale.
Sono alla frazione di Posto Racale, che è una classica località balenare senza molti elementi di rilievo e subito entro nella più importante frazione: Torre Suda. Come dice il nome, questo villaggio costiero, è dominato dalla presenza dell’omonima torre di vedetta, come sempre fatta edificare nel Cinquecento a difesa dalla razzie turche.
Peccato che questa torre sia un po’ isolata, in un contesto completamente abbandonato. I lampioni sono spesso e volentieri danneggiati, si percepisce una sensazione di aleatorietà e disordine. Forse l’amministrazione è giustificata dal fatto che io abbia visitato questa località durante la stagione invernale, e mi auguro che per il periodo estivo il complesso sia meglio curato, d’altra parte non si può ritenere ciò come una scusante, magari per risparmiare sui costi di manutenzione.
Questa località balneare ha molto da offrire, sia per le sue belle scogliere, che per il suo lungomare, che per gli affascinanti tramonti sul mare anche durante il periodo di bassa stagione.

Continua qui:
Il Salento Ugentino – Seconda Parte

Racale - Fraz. Torre Suda - Scogli

Racale – Fraz. Torre Suda – Scogli

Annunci

Autore: caruccifabrizio

@fabrizio0911

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...